"Abbiamo visto che la Chiesa anche oggi benché soffra tanto, come sappiamo, tuttavia è una Chiesa gioiosa, non è una Chiesa invecchiata, ma abbiamo visto che la Chiesa è giovane e che la fede crea gioia" (Benedetto XVI, 29 luglio 2010)

giovedì 15 settembre 2011

In Cina il costante pellegrinaggio di migliaia di pellegrini per adorare la Croce del Monte Pao Wo

Ogni anno la solennità dell’Esaltazione della Santa Croce e la festa della Beata Vergine Maria Addolorata, che ricorrono rispettivamente il 14 e il 15 settembre, richiamano presso il Santuario cinese della Croce sul Monte di Pao Wo migliaia di fedeli.

Quest’anno non si è fatta eccezione: i pellegrini hanno iniziato ad affluire alle 4 del mattino di ieri, nonostante la pioggia battente, e il flusso continua tutt’ora. Il santuario, soprannominato “il Calvario d’Oriente”, si trova nel distretto di Men Xian della diocesi di Zhou Zhi, provincia dello Shaan Xi, nella Cina continentale e se in passato era meta di pellegrinaggi solo per i fedeli del nord, ormai è raggiunto da credenti originari di tutto il Paese.

Il Santuario, riferisce l'agenzia Fides, è stato voluto da un sacerdote cinese chiamato Carlo Liu, che aveva studiato ed era stato ordinato a Napoli e che nel 1717 chiese a Papa Pio VI di concedere all’immenso gregge cinese il dono di un santuario.

Il Pontefice approvò e decise che questo sarebbe stato dedicato alla Santa Croce. Il prete, tornato in patria, costruì nel luogo prescelto tre chiese: una per San Giuseppe, una in onore della Madonna e una per la Santa Croce, terminate nel 1777.

Dal 2002, infine, la Santa Sede ha confermato la concessione in forma permanente dell’indulgenza a chi vi si reca in pellegrinaggio a maggio, mese in cui ricorre il ritrovamento della Croce, e a settembre.

0 commenti:

Posta un commento

Resta aggiornato via Email

Archivio

 

GIOVANE CHIESA Copyright © 2011 -- Template created by O Pregador -- Powered by Blogger