"Abbiamo visto che la Chiesa anche oggi benché soffra tanto, come sappiamo, tuttavia è una Chiesa gioiosa, non è una Chiesa invecchiata, ma abbiamo visto che la Chiesa è giovane e che la fede crea gioia" (Benedetto XVI, 29 luglio 2010)

mercoledì 19 gennaio 2011

In Vietnam è risveglio della fede grazie a don Bosco



"Vengo a trovarvi e rimango con voi": è il tema con cui la famiglia Salesiana in Vietnam ha deciso di contrassegnare l'evento straordinario della visita delle reliquie di San Giovanni Bosco, che stanno compiendo un pellegrinaggio in estremo Oriente. 

Il pellegrinaggio dell'urna del santo ha ricevuto l'approvazione del Comitato Centrale per le Religioni in Vietnam: la Famiglia Salesiana (i religiosi; le Figlie di Maria Ausiliatrice, che festeggiano il 50° della loro presenza in Vietnam; i laici cooperatori) hanno così potuto preparare l'evento con un programma che ha coinvolto l'intera comunità cattolica del paese attraverso la circolazione di sussidi, le celebrazioni liturgiche, la Lectio Divina, e incontri di sensibilizzazione destinati soprattutto ai giovani.

Le spoglie sono giunte a Ho Chi Minh City il 16 gennaio - provenienti dalla Filippine - e hanno trovato centinaia di giovani che hanno salutato l'arrivo con canti e danze, mentre una fila interminabile di fedeli (oltre 10 mila) ha pazientemente atteso in fila per rendere omaggio al Santo nella sede dei Salesiani.´

Una solenne concelebrazione Eucaristica (con 30 concelebranti) ha visto la partecipazione di oltre 5.000 persone, mentre. P. Joseph Tran Hoa Hung, Provinciale Salesiano del Vietnam, ha sottolineato che "la visita di don Bosco è soprattutto un richiamo ai giovani, e vuole risvegliare la loro fede, speranza e carità".

I Salesiani in Vietnam registrano un notevole incremento di vocazioni: „I giovani vietnamiti sono affascinati dal carisma di don Bosco‰, nota a Fides un salesiano locale. In Vietnam i Salesiani sono impegnati soprattutto nella pastorale giovanile e nella gestione di scuole e di istituti di formazione professionale.

Le reliquie visiteranno le diocesi di Ba Ria, Da Lat and Xuan Loc, prima di lasciare il paese, il 1° febbraio, all'indomani della solenne conclusione della visita, proprio nella festa di San Giovanni Bosco, il 31 gennaio.


La storia dei Salesiani in Vietnam comincia nel 1942, quando il salesiano francese don Dupont fu espulso dal Giappone e incorporato nell'esercito francese ad Hanoi. Là fece amicizia con padre Seitz delle Missioni Estere di Parigi (MEP). 
I due fondarono un orfanotrofio che divenne ben presto una specie di "città dei ragazzi". Padre Seitz, eletto poi Vescovo di Kontum, si ricordò di don Dupont e volle affidare l‚opera ai figli di Don Bosco. 
Era il 3 ottobre 1952. In breve la città dei ragazzi assunse un volto salesiano e si organizzò in scuola professionale. Da allora nonostante alcune difficoltà e pause dovute alla storia del Vietnam e alle restrizioni dei governi comunisti, i Salesiani hanno ampliato e radicato la loro presenza. 
Oggi i religiosi nativi del Vietnam sono una trentina, operanti con altri salesiani di altre nazionalità.
                              

0 commenti:

Posta un commento

Resta aggiornato via Email

Archivio

 

GIOVANE CHIESA Copyright © 2011 -- Template created by O Pregador -- Powered by Blogger