"Abbiamo visto che la Chiesa anche oggi benché soffra tanto, come sappiamo, tuttavia è una Chiesa gioiosa, non è una Chiesa invecchiata, ma abbiamo visto che la Chiesa è giovane e che la fede crea gioia" (Benedetto XVI, 29 luglio 2010)

lunedì 14 febbraio 2011

Un pozzo in Etiopia per realizzare il "sogno di Andrea"

Un pozzo per Andrea. Il 29 gennaio il quindicenne Andrea De Nando è stato travolto e ucciso mentre tornava a casa dopo una giornata trascorsa all’oratorio.

Il giovane viveva con la famiglia a Peschiera Borromeo, in provincia di Milano. Tra gli interessi di Andrea, c’era un sogno, scritto sul diario che la mamma ha ritrovato e che ora vuole realizzare: costruire un pozzo in Africa

Per questa ragione la signora Elisabetta, mamma del ragazzo, ha lanciato una campagna di raccolta fondi per la realizzazione del sogno di Andrea. 

“Siamo stati insieme due volte in Africa – spiega la donna - e vedendo la povertà estrema in cui vivono migliaia di persone, Andrea chiedeva il perché. Tra i vari motivi, rispondevamo che la mancanza d’acqua, la siccità e le difficoltà nelle coltivazioni erano la causa di tanta sofferenza. Per questo avrebbe voluto costruire un pozzo”. 

Il Vis (Volontariato internazionale per lo sviluppo), ong dei Salesiani, è l’organizzazione cui la famiglia di Andrea ha affidato il compito di identificare e definire il progetto idrico che sarà realizzato in Etiopia. 

La signora Elisabetta si recherà personalmente nella località dove sarà costruito il pozzo in occasione della posa della prima pietra e, più tardi, per la sua inaugurazione. Periodicamente sarà resa nota l’entità dei fondi raccolti e il loro impiego.

0 commenti:

Posta un commento

Resta aggiornato via Email

Archivio

 

GIOVANE CHIESA Copyright © 2011 -- Template created by O Pregador -- Powered by Blogger