"Abbiamo visto che la Chiesa anche oggi benché soffra tanto, come sappiamo, tuttavia è una Chiesa gioiosa, non è una Chiesa invecchiata, ma abbiamo visto che la Chiesa è giovane e che la fede crea gioia" (Benedetto XVI, 29 luglio 2010)

sabato 18 dicembre 2010

In Africa centrale i giovani si fanno ambasciatori di pace e riconciliazione

I giovani dell'Africa Centrale vogliono impegnarsi a essere "messaggeri di pace e riconciliazione" nella loro terra, segnata da violenza e conflitti: è quanto affermano i partecipanti all'incontro suò tema "Giovani, testimoni ed attori della Giustizia, del Perdono e della Riconciliazione", in corso a Kinshasa capitale della Repubblica Democratica del Congo.
Il meeting, inaugurato ieri 17 dicembre, rappresenta una tappa di valutazione delle"Giornate regionali dei giovani", organizzate per la prima volta nel 2009 a Bujumbura (Burundi) dall'Associazione delle Conferenze Episcopali di Africa centrale (ACEAC).
All'incontro, partecipano 15 giovani membri dei Movimenti di Azione cattolica del Rwanda, del Burundi e della RDC, sotto la guida di Don Melchior-Edouard Mobili Thumaini, Segretario generale dell'ACEAC.
 
Questa riunione dovrebbe tradursi in un progetto di raduno dei giovani che potrebbe essere questa volta esteso a tutta l'Africa o almeno ad altri paesi non membri dell'ACEAC. 

A gennaio scorso, la sessione ordinaria del Comitato permanente aveva deciso l'istituzione delle "Giornate regionali dei Giovani" in quanto attività ordinaria della pastorale giovanile, da tenersi ogni due anni in questa sub-regione del continente nero, in alternanza con le "Giornate Mondiali della Gioventù" organizzate con il Papa. 

L'iniziativa  intende migliorare ma anche radicare in modo duraturo i rapporti di comunione e di solidarietà tra le Chiese dell'ACEAC. Durante le prime JRJ, i giovani della sub-regione si erano impegnati a diventare Ambasciatori di Pace, di Giustizia, di Perdono e di Riconciliazione in questa zona dell'Africa caratterizzata dai numerosi conflitti. In tale occasione, avevano chiesto ai Vescovi di approfondire la formazione permanente sui valori autentici, umani e cristiani, pregando i governanti di fare il possibile per l'occupazione giovanile, per combattere la corruzione, il clientelismo, ed altri mali che rovinano i loro paesi.

0 commenti:

Posta un commento

Resta aggiornato via Email

Archivio

 

GIOVANE CHIESA Copyright © 2011 -- Template created by O Pregador -- Powered by Blogger