"Abbiamo visto che la Chiesa anche oggi benché soffra tanto, come sappiamo, tuttavia è una Chiesa gioiosa, non è una Chiesa invecchiata, ma abbiamo visto che la Chiesa è giovane e che la fede crea gioia" (Benedetto XVI, 29 luglio 2010)

mercoledì 29 settembre 2010

Rinunciare ad un pasto per le vittime del genocidio in Rwuanda

Venerdì 1 ottobre la Chiesa inglese celebra il “Harvest fast day”, la giornata dedicata al digiuno e alla raccolta di fondi promossa dalla Cafod, la più importante charity cattolica per gli aiuti al Terzo Mondo. 

In migliaia, nelle scuole e parrocchie del Regno Unito, rinunceranno ad un pasto per donare il corrispettivo in denaro ai bambini vittime del genocidio in Rwanda, ai quali è dedicata l’edizione di questo anno. 

Nel 2009 la Giornata ha fruttato quasi 1,5 milioni di sterline l’equivalente di circa 1,7 milioni di euro. Testimonial della campagna 2010 è Jeanne, come spiega Lucy Cork, portavoce della Cafod: “la sosteniamo Jeanne da quando aveva tre anni. I genitori di Jeanne sono stati uccisi, davanti ai suoi occhi, durante il genocidio in Rwanda nel quale sono morte un milione di persone in 100 giorni. Oggi Jeanne ha 18 anni, comincia a lavorare e ha una sua famiglia, ma gli effetti di quel trauma rendono ancora la sua vita difficile”. 

L’esempio di Jeanne testimonia come Cafod sostiene per anni persone in difficoltà. Sul sito (www.cafod.org.uk), dove sono presenti sussidi per scuole e parrocchie che organizzeranno attività legate all’Harvest fast day, la charity ricorda, tuttavia, che non è solo il denaro che cambia la vita, ma che attraverso la preghiera e la partecipazione a manifestazioni tutti possono fare la loro parte per sconfiggere la povertà. 

0 commenti:

Posta un commento

Resta aggiornato via Email

Archivio

 

GIOVANE CHIESA Copyright © 2011 -- Template created by O Pregador -- Powered by Blogger