"Abbiamo visto che la Chiesa anche oggi benché soffra tanto, come sappiamo, tuttavia è una Chiesa gioiosa, non è una Chiesa invecchiata, ma abbiamo visto che la Chiesa è giovane e che la fede crea gioia" (Benedetto XVI, 29 luglio 2010)

mercoledì 1 settembre 2010

La Chiesa è giovane e noi andiamo a caccia di buone notizie


Non di rado, la cosiddetta stampa autorevole offre ai propri lettori commenti e statistiche che parlano di chiese vuote e seminari sbarrati, giovani smarriti, cattolicesimo in crisi di identità, Vaticano assediato e Papa sotto pressione [soprattutto dell'opinione pubblica(ta) mondiale].

Senza nulla togliere ai bozzetti e ai presagi degli autorevoli studiosi che si cimentano a delineare un siffatto quadro a tinte fosche - spesse volte pure con malcelato compiacimento -, tuttavia non siamo capaci di chiudere gli occhi di fronte a fenomeni diametralmente opposti, che parlano di un popolo cattolico ancora legato alla fede, in fermento e pieno di vitalità, coinvolto in tante iniziative che non raggiungono le prime pagine dei giornali, eppure esistono.

Si tratta di tutte quelle attività di aggregazione e formazione, spiritualmente orientate, che hanno luogo ogni giorno in ogni parte del mondo dove il Messaggio cristiano si fa vita e partecipazione, viene ritrasmesso e condiviso, celebrato e vissuto.

Sono i luoghi delle parrocchie, dei gruppi giovanili, delle catechesi, dei movimenti laicali, degli oratori, delle singole famiglie, delle iniziative missionarie, di quelli che si danno totalmente agli ultimi e a Dio e in sostanza tutti i luoghi della fede in Cristo. Singoli, coppie, gruppi, folle che sperimentano ogni giorno la Gioia del Risorto, del Cristo vivo, vivo nella sua Chiesa nonostante i flutti e le tempeste.

Sono i luoghi della Chiesa viva e giovane, di quella stessa Chiesa cui aveva accennato Benedetto XVI durante la sua prima omelia come Papa, il 24 aprile 2005 in Piazza San Pietro, commentando le meravigliose immagini che avevano accompagnato i tristi giorni della malattia e della morte del suo predecessore Giovanni Paolo II, quando a Roma sono convenuti milioni di persone, senza contare tutti quelli che hanno seguito le varie dirette in tutto il mondo.

È di questa Chiesa che cercheremo di parlare ed è di questi luoghi che andremo a caccia, ... a caccia di buone notizie, quelle che molto spesso rimangono nascoste alla stampa autorevole, eppure esistono.

Ci muovono almeno due ragioni: l'amore per la verità e il senso della giustizia. È vero che la Chiesa è viva e giovane. È giusto che tutti lo sappiano!

4 commenti:

Fra David ha detto...

Passando dalle parti del blog amici di papa ratzinger ho trovato il link a questa nuova avventura cattolica:tanti auguri e che possa trovare un sacco di buone notizie!
con simpatia

fr.david

Gabriele ha detto...

Anche io arrivo qui tramite gli amici di Papa Ratzinger. C'è bisogno di verità, anche quella portatrice di buone notizie. In bocca al lupo, mi sono iscritto tramite feed rss.

Gabriele

Maria ha detto...

Mi unisco al coro....auguri e buon lavoro!

Maria

Anonimo ha detto...

augurissimi di ampissima diffusione ... anch'io conosco molte situazioni di Chiesa viva e in buona salute. Ci terremo in contatto. Maria Pia

Posta un commento

Resta aggiornato via Email

Archivio

 

GIOVANE CHIESA Copyright © 2011 -- Template created by O Pregador -- Powered by Blogger